Carta di Clan


Il nostro clan, denominato MIR, appartiene al Gruppo Scout San Marino II, affiliato dell'Associazione Guide ed Esploratori Cattolici Sammarinesi (A.G.E.C.S.).

Siamo un nutrito gruppo di ragazzi di età compresa tra i 16 ed i 20 anni. Abbiamo gli stessi ideali e pur esprimendo caratteri diversi, ma conciliabili, non abbiamo difficoltà a formare una solida comunità .

Essendo una comunità che cresce, tra ciascuno di noi emergono pregi, difetti, problemi ed opinioni diverse. Tra i difetti si evidenziano l'egoismo, la difficoltà a privarsi del superfluo e ad impegnarci sempre nello stesso modo.

Tra i nostri pregi si evidenziano la capacità a non perderci mai d'animo e la curiosità di scoprire ed approfondire i nostri valori in ciò che ci circonda. Questi ci aiutano a completare i nostri progetti e a raggiungere obiettivi importanti. In tal modo sappiamo essere altrettanto determinati nel compiere il nostro dovere anche nella quotidianità .

Nel nostro clan il più piccolo può imparare dal più grande e viceversa; si crea così una unità tale che ci permette di affrontare tutte le sfide.

All'interno del nostro gruppo ci sono adolescenti, ragazzi e capi. Tra di noi c'è una intesa naturale che porta all'equilibrio e quindi al consolidamento della comunità.

Miriamo ad una società che si impegni politicamente ad aiutare gli altri, senza alcuna forma di speculazione. Questa finalità ci porta ad aiutare il prossimo, in modo attivo e partecipe, sapendo di ricevere sempre un arricchimento personale. L'obiettivo principale rimane l'aiuto gratuito e volontario: ciò ci dà la facoltà di vivere una concreta solidarietà. In tal modo il servizio si trasforma per noi in una delle più alte forme d'amore, sull'esempio di Gesù: così ci impegniamo a concretizzare la sua testimonianza.

Siamo consapevoli che il livello raggiunto nel cammino di fede non può essere per tutti uguale: ognuno di noi manifesta, però, una ricerca costante per un percorso di crescita personale, che porta a superare le proprie incertezze. Questo è particolarmente importante perchè sappiamo che alcuni ragazzi trovano difficoltà a praticare compiutamente la cristianità comunitaria.

Avendo come principale riferimento la legge scout e ritenendo la fiducia e la lealtà elementi fondamentali sia nell'amicizia che nel rapporto tra scout, ci impegniamo a formare un gruppo affiatato, per affrontare le situazioni con sentimenti positivi, cantando e sorridendo anche nelle difficoltà, trovando il coraggio di rimboccarci le maniche di fronte ai problemi, facendo emergere i nostri ideali e confermando sempre i valori che insieme coltiviamo.

Questi ultimi sono espressi nella legge scout, che noi riconosciamo nella promessa scout:
"Con l'aiuto di Dio prometto sul mio onore di fare del mio meglio per compiere il mio dovere verso Dio e verso il mio Paese, per aiutare gli altri in ogni circostanza e per osservare la legge scout".

Dall'esperienza e dalla tradizione del nostro clan abbiamo appreso che la mondializzazione è un'opportunità che ci consente di conoscere altre realtà e di aprire le nostre menti nei confronti del "vicino" e del "lontano". Così possiamo perseguire l'obiettivo del confronto permanente, mezzo indispensabile per crescere insieme agli altri. Ambiamo, inoltre, alla solidarietà, che si differenzia dalla beneficenza, intesa come strumento per metterci in gioco e per condividere con il prossimo sentimenti e speranze.

Il mondo così com'è non ci soddisfa e perciò "facciamo del nostro meglio" per migliorarlo. Poichè miriamo ad una società basata sulla condivisione, proponiamo valori che sono comuni al nostro gruppo, ma diversi da quelli che ci propina la cultura attuale, moderna ed egoista.

Per realizzare questo cerchiamo il confronto con tutti, partendo dall'interno della nostra comunità, al fine di garantire trasparenza e chiarezza, utilizzando gli strumenti del metodo scout. Vogliamo confrontarci anche con persone che hanno ideali diversi dai nostri per stimolare il senso critico, mantenendo però ognuno la propria identità. Così facendo possiamo testimoniare i nostri valori anche nella vita di tutti i giorni, nel rispetto del motto da noi coniato: "scout, non solo in divisa".

Se noi, infine, sapremo guardare tutto con l'umiltà e la curiosità di un bambino, senza pregiudizi e preconcetti, se avremo il coraggio di andare verso mete sconosciute prestando attenzione al prossimo per il piacere di donare serenità, se sapremo metterci in gioco con il sorriso sulle labbra, allora avremo assimilato al meglio lo spirito della promessa scout, che è sicuramente una delle manifestazioni più alte di libertà e di responsabilità .

Presa conoscenza di quanto contenuto nel presente documento, ci riconosciamo nei principi e nei valori che esprime, e confermiamo la nostra appartenenza al clan MIR del Gruppo Scout San Marino II, sottoscrivendolo.