Vacanze di branco


Generalmente un campo estivo dura dai 7 agli 8 giorni e, dai Vecchi Lupi vengono scelte località nella Romagna, preferibilmente "sui monti".

La partenza, fissata di buon mattino dalla chiesa di Murata è anticipata dagli urli di Sestiglia e di Branco.

Appena giunti alla Casa Scout si scaricano gli zaini dal pullman ed i lupetti incominciano a familiarizzare con lambiente che li circonda.
Tutto il periodo del campo è ambientato in un racconto fantastico e sia i Vecchi Lupi che i Lupetti si trasformano in personaggi nuovi e strani.

Una giornata tipica inizia alle 7,30 del mattino con una sveglia che puù variare da un canto registrato o da una tromba. A questo segnale, i Lupi devono presentarsi in pigiama nel cortile per far ginnastica che viene condotta dai VV.LL. oppure da un lupetto. Poi i capi lasciano mezz'ora ai bambini per sistemarsi e per fare colazione.

La prima cosa importante della giornata è la preghiera preparata dai capi e che rispecchia le attività che si faranno durante il giorno. Viene anche consegnato un simbolo che girerà fra i Lupetti ogni volta che faranno una buona azione e durante la preghiera della sera viene verificato il percorso che ha fatto.

Generalmente le attività comprendono anche la costruzione di uno o più oggetti che saranno utilizzati nel gioco principale del campo. Il Grande Gioco consiste in una serie di sfide tra le varie sestiglie e alla fine della settimana, chi avrà ottenuto un punteggio più alto vincerà il Grande Gioco e la targhetta che fisserà sul guidone di sestiglia.

Alla sera prima di dormire i Vecchi Lupi raccontano una storia ai lupetti e, dopo cantano "l'ula ula", il canto serale che indica il momento di dormire.
Durante la settimana sono previste due uscite: una lunga con partenza al mattino con il pranzo al sacco e rientro verso le 16.30 per l'ora di merenda; ed una corta con rientro per l'ora di pranzo, naturalmente sempre a piedi.

Nel corso della settimana, le sestiglie sono anche impegnate nei servizi tra i quali: la preparazione della preghiera prima dei pasti, l'animazione nei momenti "morti" della giornata, l'aiuto in cucina e la pulizia della casa (alla fine del campo la sestiglia col punteggio più alto vincerà la targhetta di "Lupo splendor").

E infine, la mattina dell'ultimo giorno di campo viene dedicata alla preparazione dello zaino e alla pulizia della casa. Il campo si conclude con la Santa Messa e con la classica giornata dei genitori dove quest'ultimi approfittano per parlare coi Vecchi Lupi sul comportamento dei loro figli.